Progetto TUR Rivers - www.tur-rivers.it
urbana, sculdascia, tur rivers, promozione, turismo, bassa padovana, accoglienza, turismo rurale, grandi fiumi, montagnana, padova, san salvaro, monastero, museo antiche vie, territorio
11
page,page-id-11,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-theme-ver-6.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Progetto TUR Rivers

PROGETTO TUR RIVERS. Turismo rurale tra i grandi fiumi

Capofila : GAL Polesine Adige

Partner : GAL Polesine Delta Po; GAL Antico Dogado; GAL Patavino; GAL Bassa Padovana; GAL Pianura Veronese; GAL Delta 2000

 

Il progetto “Turismo Rurale tra i grandi fiumi – Promozione del turismo rurale nei territori di pianura attraversati dai grandi fiumi”, nasce dall’esigenza di mettere in connessione i territori rurali di pianura, vista la forte identità culturale che li accomuna, e la morfologia caratterizzata dalla presenza dei grandi fiumi d’Italia, come il Po, l’Adige e della Brenta.

 

La mancanza di collegamenti attraverso itinerari condivisi li rende poco fruibili e non organizzati dal punto di vista turistico. Catalizzare i flussi turistici dalle grandi città come Venezia, Padova, Mantova, Ferrara, Ravenna, Rimini, diventa un elemento essenziale per far visitare i territori rurali che si attraversano, ancora poco conosciuti e con uno sviluppo turistico modesto.

 

L’individuazione di metodologie comuni, per la messa in rete e/o il collegamento delle attività rurali e turistiche (agriturismo, fattorie didattiche, punti vendita, ecc.) con il sistema della mobilità lenta, attraverso la rete delle vie di comunicazione naturali (fiumi) e attraverso gli antichi sistemi viari con valenza storico – culturale (via Romea, via Annia), può quindi diventare una leva strategica per visitare i territori, sia per i residenti che per i turisti.