CASTELBALDO - www.tur-rivers.it
urbana, sculdascia, tur rivers, tur-rivers, promozione, territorio, turismo, bassa padovana, accoglienza, turismo rurale, grandi fiumi, montagnana, padova, san salvaro, monastero, museo antiche vie
15206
page,page-id-15206,page-child,parent-pageid-14490,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-theme-ver-6.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
 

CASTELBALDO

Chiesetta della Madonna della Neve

Presso l’argine dell’Adige a ovest del paese e poco lontana da un vetusto agglomerato – forse un convento – sul tessuto murario del quale spuntano antichi elementi, sorge la piccola Chiesa della Madonna della Neve di Castelbaldo .

 

L'interno della Madonna della Neve

L’interno della Madonna della Neve

Tracce della sua storia appaiono in documenti della fine del ‘600 e del 1776, anno in cui furono eseguiti lavori di rialzamento e aggiunte; tuttavia anche sulle murature del tempietto emergono tracce di un più antico passato: finestrelle di tipo romanico appaiono infatti sulle murature del lato sud, assieme a grosse pietre di recupero. Sono chiare inoltre le arcatelle del primitivo cornicione e nel complesso evidenti sono le dimensioni dell’intera antica costruzione. Il tutto avvicina le linee dell’antica chiesetta alle “sorelle” – pievi o piccole parrocchiali della nostra Sculdascia – costruite intorno all’anno Mille.

 

All’interno, l’altare della Vergine è inserito nel contesto di un Barocco tardo e popolare, mentre la piccola aula è coperta dalle capriate della settecentesca sopraelevazione.

Chiesetta della Madonna della Neve